Dizionario del cittadino
Lemma
   

 

 

ARTICOLO 20

Il carattere ecclesiastico e il fine di religione o di culto d'una associazione od istituzione non possono essere causa di speciali limitazioni legislative, né di speciali gravami fiscali per la sua costituzione, capacità giuridica e ogni forma di attività.


Viene vietata ogni discriminazione (vedi art. 3/1) delle associazioni che abbiano fini religiosi, specificando che potrebbe trattarsi di limitazioni poste per legge oppure di pesi particolari di carattere fiscale (se lo Stato imponesse una tassa enorme per la costituzione e la partecipazione a un'associazione religiosa, ne impedirebbe di fatto l'esistenza).

Confessione religiosa; Democrazia; Diritti civili; Pluralismo; Potere legislativo.