Dizionario del cittadino
Lemma
   

 

 

ARTICOLO 36

Il lavoratore ha diritto ad una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del lavoro e in ogni caso sufficiente ad assicurare a sé e alla famiglia un'esistenza libera e dignitosa.
La durata massima della giornata lavorativa è stabilita dalla legge.
Il lavoratore ha diritto al riposo settimanale e a ferie annuali retribuite, e non può rinunziarvi.


Il principio della retribuzione sufficiente, in ogni caso, ad assicurare al lavoratore e alla sua famiglia un'esistenza libera e dignitosa, serve da guida quando i magistrati giudicano una controversia di lavoro, in cui un imprenditore si rifiuti di applicare i contratti collettivi di lavoro. Infatti, è nel contratto collettivo che si trovano le condizioni mediamente migliori per tutti i lavoratori del settore.
Per quanto riguarda la durata massima, la legge la stabilisce in otto ore al giorno e quarantotto ore alla settimana.

Potere legislativo; Salario.