Dizionario del cittadino
Lemma
   

 

 

ARTICOLO 38

Ogni cittadino inabile al lavoro e sprovvisto dei mezzi necessari per vivere ha diritto al mantenimento e all'assistenza sociale.
I lavoratori hanno diritto che siano preveduti e assicurati mezzi adeguati alle loro esigenze di vita in caso di infortunio, malattia, invalidità e vecchiaia, disoccupazione involontaria.
Gli inabili ed i minorati hanno diritto all'educazione e all'avviamento professionale.
Ai compiti previsti in questo articolo provvedono organi od istituti predisposti o integrati dallo Stato.
L'assistenza privata è libera.


Si dà applicazione al dovere di solidarietà previsto dall'art. 2, con un impegno per lo Stato di favorire l'inserimento nel lavoro di inabili e minorati (assunzioni obbligatorie degli invalidi) e di assistere chi non è in grado di lavorare. Nello stesso tempo devono essere previste (come applicazione degli artt. 4/1, 35 e 36) forme di assicurazione obbligatoria per tutti i lavoratori, per far fronte alle esigenze che sorgono da infortuni, malattie, vecchiaia.

Formazione professionale; Potere legislativo.