Dizionario del cittadino
Lemma
   

 

 

DISPOSIZIONE TRANSITORIA XVII

L'Assemblea Costituente sarà convocata dal suo Presidente per deliberare, entro il 31 gennaio 1948, sulla legge per la elezione del Senato della Repubblica, sugli statuti regionali speciali e sulle leggi per la stampa. Fino al giorno delle elezioni delle nuove Camere, l'Assemblea Costituente può essere convocata, quando vi sia necessità di deliberare nelle materie attribuite alla sua competenza dagli artt. 2, comma primo e secondo, e 3, comma primo e secondo, del decreto legislativo 16 marzo 1946, n. 98.
In tale periodo le Commissioni permanenti restano in funzione. Quelle legislative rinviano al Governo i disegni di legge, ad esse trasmessi, con eventuali osservazioni e proposte di emendamenti.
I deputati possono presentare al governo interrogativi con richiesta di risposta scritta.
L'Assemblea Costituente, agli effetti di cui al secondo comma del presente articolo, è convocata dal suo Presidente su richiesta motivata del Governo o di almeno duecento deputati.


L'Assemblea costituente, eletta il 2 giugno 1946, lavorò fino al 22 dicembre 1947 (data dell'approvazione della nuova Costituzione), e rimase in carica ad interim fino all'entrata in funzione delle nuove camere, elette il 18 aprile 1948.