Dizionario del cittadino
Lemma
   

 

 

AMNISTIA

Provvedimento con cui lo Stato considera estinto un reato e quindi non applica la pena già prevista. L'amnistia può essere generale, per cui si riferisce a tutti i reati che sono punibili con una pena detentiva fino a un certo numero di anni, oppure speciale, quando si riferisce solo a determinate categorie di reati. In seguito all'amnistia, che è un provvedimento collettivo (a differenza della grazia, che è un provvedimento di clemenza individuale), gli imputati non sono più perseguibili e i condannati vengono liberati.
L'amnistia differisce dall'indulto che, sempre come provvedimento collettivo, consiste nel condono di una parte della pena per chi è stato condannato. Sia l'amnistia sia l'indulto venivano concessi, fino al 1991, dal presidente della Repubblica su delega del Parlamento. Con la modifica dell'art. 79 della Costituzione, questi provvedimenti di clemenza vengono attualmente deliberati dal Parlamento con una maggioranza qualificata. All'inizio del 1992, il Parlamento ha delegato il presidente della Repubblica a concedere amnistia per reati tributari.

Costituzione
art. 79.