Dizionario del cittadino
Lemma
   

 

 

CORTE COSTITUZIONALE

Organo previsto dalla Costituzione italiana con il compito di decidere se una legge è in contrasto con la Costituzione stessa e, in tal caso, abrogarla, cioè cancellarla dalle leggi dello Stato. Per intervenire, la Corte deve essere sollecitata da un giudice. Quando, infatti, in un processo emerge (in genere per l'intervento di un avvocato) che una norma giuridica appare in contrasto con la Costituzione, il processo viene sospeso e si chiede alla Corte costituzionale di decidere. La Corte ha, inoltre, altri compiti: decide sulle questioni che possono sorgere fra gli organi dello Stato e fra lo Stato e le Regioni; diventa giudice quando sia messo sotto accusa il presidente della Repubblica; decide se una proposta di referendum, che pure ha raggiunto il numero di firme di elettori richiesto, può essere accettata o meno e quindi se il referendum si può fare (dato che l'art. 75 della Costituzione non consente il referendum in determinati casi). La Corte è composta di quindici giudici, nominati per nove anni in parte dal Parlamento, in parte dal presidente della Repubblica, dalla Corte di cassazione, dal Consiglio di stato e dalla Corte dei conti.

Costituzione
artt. 75, 134, 137.


Abrogazione.